Esce domani “Piano Portraits” il nuovo album di Rick Wakeman, tastierista, compositore, storico membro degli Yes. In concerto il 9 febbraio a Udine

 

From The Interesting Film Company  PERSPECTIVES: RICK WAKEMAN  ON VIVALDI’S FOUR SEASONS Sunday 3rd May 2015 on ITV  Pictured: Rick Wakeman  Antonio Vivaldi’s the Four Seasons is the most popular piece of classical music of all time.  There have been over 1000 different recordings , selling tens of millions of copies.   It’s become so ubiquitous – in lifts, as phone ring tones or on call-centre answering machines – that it has been denounced as Muzak for the middle classes. Rick Wakeman – platinum-selling prog rock keyboardist and television Grumpy Old Man – thinks the critics are wrong.   He believes that the Four Seasons was so far ahead of its time that it was actually the first ever concept album – and that Vivaldi was the world’s first rock superstar. But how could a sickly 18th century priest create the prototype for Rick’s very modern genre?  And why did Vivaldi and the Four Seasons disappear into obscurity for more than 200 years after his death? Rick turns detective to solve the mystery: his journey takes him to Venice – in the 18th century the most debauched city on the planet – where he encounters some of those who have devoted their lives to studying and worshipping Vivaldi … and uncovers the whiff of a very modern rock star sex scandal. Which may have contributed to Vivaldi’s downfall.     But the investigation also leads Rick to unexpected places and people.   He meets fellow prog rocker Mike Rutherford from Genesis and debates whose band Vivaldi would join; and he encounters the Croatian arranger and keyboard player whose multi-national assembly of musicians is turning the Four Seasons into heavy metal.   Along the way Rick also discovers the only existing original score for the Four Seasons … in just about the last place anyone would have thought to find it… © The Interesting Film Company  For further information please contact Peter Gray  0207 157 3046 peter.gray@itv.com  This photograph is © ITV and can on

Nuovo album in uscita domani, venerdì 13 gennaio, per il grande Rick Wakeman, tastierista e compositore britannico, fra i principali esponenti del progressive rock mondiale degli anni settanta, storico membro degli Yes – band di cui ha contribuito pesantemente al grande successo – e ora interprete solista universalmente amato e riconosciuto. Il nuovo lavoro si chiamerà “Piano Portraits” e raccoglierà pezzi classici e moderni, omaggi che spazieranno da Debussy e Tchaikovsky, passando per Beatles, David Bowie, Yes e Led Zeppelin, tutti riarrangiati e interpretati con il suo inarrivabile talento. Una grande notizia per i tanti fan della “chioma bionda del rock”, che potranno riabbracciarlo live in occasione di due soli concerti italiani a inizio febbraio, tra cui quello in programma il giorno 9 febbraio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, organizzato da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Udine, la Regione Friuli Venezia Giulia, inserito nel pacchetto Music&Live dell’Agenzia PromoTurismoFVG. I biglietti per l’atteso evento sono ancora in vendita sul circuito Ticketone e alle biglietterie del Teatro. Info su www.azalea.it .

rick-wakeman_1Nato nei pressi di Londra nel 1949 e diplomato all’Opera della capitale, pianista classico passato alle tastiere, Wakeman ha iniziato la sua carriera negli anni ’60 come turnista, arrivando a incidere anche trenta pezzi l’anno. Entrato a far parte di uno dei gruppi precursori del rock sinfonico, gli Strawbs, è poi approdato ai mitici Yes, con i quali, in pratica, inventò un nuovo modo di usare le tastiere e il Minimoog, aprendo letteralmente la strada alle moderne tecniche e ai suoni del progressive-rock.

Con gli Yes ha inciso tre capolavori assoluti: “Fragile”, “Close to the Edge” e “Yessongs”, album storici che hanno superato i 40 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Nella sua luminosa carriera da solista ha inciso, tra gli altri, il disco “The Six Wives of Henry VIII”, altro successo planetario con i suoi oltre 10 milioni di copie vendute. Fra le collaborazioni tenute lungo il suo splendido viaggio musicale ne contiamo di straordinarie, Wakeman è stato per anni l’arrangiatore del Duca BiancoDavid Bowie, con cui ha scritto la celebre “Life on Mars“, e di Elton John. Ha inoltre realizzato album con numerosi altri importanti artisti, tra i quali spiccano Cat Stevens, la band dei Black Sabbath e Lou Reed.

Fra i prossimi spettacoli al Teatro Nuovo Giovanni da Udine i concerti di Mario Biondi (19 marzo), Vinicio Capossela (24 marzo) e gli spettacoli comici di Pucci (19 febbraio), Giuseppe Giacobazzi (12 aprile) e Pintus (5 e 7 maggio). Biglietti in vendita, tutte le info su www.azalea.it .

 

 

Precedente Weekend in cantina sulla Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene. On line il calendario per le visite nei fine settimana Successivo Carnevale di Venezia 2017. Il programma dall’11 al 28 febbraio