Carnevale di Venezia 2017. Il programma dall’11 al 28 febbraio

carnevale_di_venezia_xiii_by_mr_bigman1Oltre un milione di persone con punte giornaliere di 150.000

18 giorni di programmazione e festeggiamenti dall’11 al 28 febbraio 2017, dalla inaugurazione ufficiale nel weekend del prologo fino al “martedì grasso” che segna il gran finale della kermesse.
Le giornate di maggior afflusso di visitatori saranno i 3 fine settimana compresi nel periodo di svolgimento (11-12, 18-19 e 25-26 febbraio), il giovedì grasso ( 23 febbraio) e ilmartedì grasso ( 28 febbraio).
Come già nelle ultime edizioni, una scenografica macchina teatrale denominata “Gran Teatro” verrà allestita al centro di Piazza San Marco, fulcro del carnevale e luogo di svolgimento dei principali spettacoli.

Programma ufficiale del Carnevale di Venezia 2017

Sabato 11 febbraio: Apertura Festa Veneziana con spettacolo a Cannaregio.
Domenica 12 febbraio: Corteo acqueo – Canal Grande – Cannaregio
Sabato 18 febbraio: Corteo e Festa delle Marie e apertura del Carnevale all’Arsenale
Domenica 19 febbraio: il Volo dell’Angelo e Carnevale all’Arsenale
da giovedì 23 a martedì 28 febbraio – Carnevale all’Arsenale
Sabato 25 febbraio: Sfilata dei Carri a Marghera
Domenica 26 febbraio: il Volo dell’Aquila a Venezia e il Volo dell’Asino a Mestre
Martedì 28 febbraio: Svolo del Leon, Premiazione della Maria vincitrice del Carnevale 2017
Dall’18 al 28 febbraio: Concorso Maschera più bella – Gran Finale domenica 26 febbraio

Per tutto il periodo: appuntamenti giornalieri del concorso per la maschera più bella , con i più bei costumi, eventi culturali (itinerari e visite notturne ai principali musei e luoghi della cultura in città, esposizioni, reading teatrali, ecc.), dj – set.

Carnevale di Venezia

Nel 1094 il carnevale era già citato in un documento del Doge Vitale Falier e nel 1296 il Senato della Repubblica prescriveva che si dovesse considerare la notte della quaresima come un giorno di festa (martedì grasso). Per il periodo che di solito andava dal 26 dicembre alla quaresima, i veneziani facevano festa nelle vie portando maschere e costumi colorati. L’essere mascherati permetteva a tutti veneziani, indipendentemente dalla loro condizione sociale, di partecipare alla festa.
Il Carnevale ebbe un momento di stasi dopo la caduta della Repubblica di Venezia perché malvisto sotto l’occupazione francese e successivamente sotto quella austriaca. La tradizione si conservò nelle isole, Burano, Murano, dove si continuò a festeggiare. Risorse a Venezia nel 1979.
E’ oggi uno dei carnevali più conosciuti al mondo.

Precedente Esce domani “Piano Portraits” il nuovo album di Rick Wakeman, tastierista, compositore, storico membro degli Yes. In concerto il 9 febbraio a Udine Successivo Comunisti col Rolex, esce il nuovo album di J-AX & Fedez. Il 16 aprile il concerto al Pala Rubini Alma Arena di Trieste